Differenze tra opzioni europee ed americane

Written by Daniel Becker on . Posted in Notizie

Differenze tra opzioni europee ed americane 5.00/5 (100.00%) 1 vote

La differenza più rilevante, tra le opzioni americane e quelle europee, ai fini del trading, sta nella scadenza.

Le opzioni di tipo americano, difatti, si distinguono perché il possessore può esercitare il proprio diritto, a seconda del tipo di opzione, call o put, di acquistare o vendere il sottostante nel periodo precedente alla scadenza, mentre nelle opzioni europee, invece, tali operazioni di acquisto e vendita si possono effettuare soltanto alla data stabilita. Ovviamente, si tratta solo di una possibilità di esercizio anticipato.

Pertanto, acquistando, ad esempio, un’ opzione con scadenza a un mese, se quest’ultima è americana, si potrà vendere anche subito ma, se invece è un’opzione europea, bisognerà attendere necessariamente che trascorra un mese.

Negli investimenti in opzioni binarie tale differenza ha poco rilievo in quanto le opzioni binarie non si vendono normalmente e si deve sempre attenderne la scadenza per sapere se si è conseguito un guadagno. Molti broker, tuttavia, oggi tendono a mettere a disposizione dei propri utenti opzioni cedibili prima della loro scadenza naturale, denominate “sell option”.

Nel trading di opzioni quindi, in cui la causale di acquisto di una opzione è solamente di carattere speculativo, è evidente che le opzioni americane sono le sole che si adattano al commercio.

Le opzioni americane rappresentano nel trading uno strumento molto flessibile, che permette di ottenere maggiori guadagni e di poter vendere l’opzione appena il trader è soddisfatto dal profitto, oppure se ritiene che la situazione possa essere a rischio.

Al contrario, le opzioni europee non hanno la stessa flessibilità. La negoziazione di opzioni americane si può fare da entrambi i lati dell’oceano in quanto si possono acquistare e vendere opzioni europee ed americane sia nei mercati europei che in quelli americani. La denominazione delle due tipologie, pertanto, serve sostanzialmente a distinguerle tra loro.