Acquistare o vendere opzioni: differenze

Tra acquistare e vendere opzioni quale scelta appare più conveniente per il trader? La differenza sostanziale tra acquistare e vendere è che: a. l’acquirente di un’opzione corre un rischio che si limita al premio pagato, con un guadagno potenziale illimitato; b. il venditore di un’opzione, invece, corre un rischio illimitato con un guadagno massimo limitato […]

leggi ancora...

La tassazione dei profitti da trading

La tassazione dei guadagni ottenuti attraverso il trading di opzioni binarie, per i cittadini italiani, prevede l’obbligo della dichiarazione al fisco da parte di ciascun trader. Il broker, sia italiano che straniero, infatti, non agisce da sostituto d’imposta. Sugli strumenti finanziari appartenenti alla famiglia dei derivati, di natura essenzialmente speculativa, come le opzioni binarie, la […]

leggi ancora...

Differenze tra opzioni europee ed americane

La differenza più rilevante, tra le opzioni americane e quelle europee, ai fini del trading, sta nella scadenza. Le opzioni di tipo americano, difatti, si distinguono perché il possessore può esercitare il proprio diritto, a seconda del tipo di opzione, call o put, di acquistare o vendere il sottostante nel periodo precedente alla scadenza, mentre nelle opzioni europee, invece, tali operazioni di acquisto e vendita si possono effettuare soltanto alla data stabilita. Ovviamente, si tratta solo di una possibilità di esercizio anticipato.

leggi ancora...

I mercati mondiali continuano a scivolare

Lunedì è iniziata una nuova settimana borsistica, ma non è cambiata la tendenza al ribasso. Si teme soprattutto per il debito in Europa.
Dopo la breve ripresa di venerdì, lunedì le scorte hanno continuato a scendere. Alla chiusura sono scesi il Dow Jones Industrial Average dello 0,9 per cento, l’indice azionario Standard & Poor dello 1.2 per cento e il Nasdaq Composite Index dell’ 1,1 per cento [...]

leggi ancora...

I consumi di oro in Cina sono aumentati più del 50%

Il consumo cinese di oro è salito nei primi sei mesi dell’anno a causa dei prezzi in discesa che hanno attratto gli acquirenti.
I prezzi dell’oro hanno perso circa un quinto del loro valore quest’anno, dopo dodici anni di incrementi, lasciando una domanda insoddisfatta in tutto il mondo e in particolare in India e Cina, paesi tradizionalmente grandi consumatori in quanto l’oro è richiestissimo per matrimoni e regali.

leggi ancora...